Locorotondo

 

Locorotondo è un grazioso paesino posizionato al centro della valle d'Itria. Il centro agricolo e commerciale, caratteristico per il territorio punteggiato da trulli e vigneti, domina la Valle d'Itria con i suoi 4700 ettari di territorio. Inizialmente si chiamava Casale San Giorgio, poi Casale Rotondo, quindi LocoRotondo. Il paese è un insieme di piccole case bianche disposte su anelli concentrici. Questo dà origine al suo nome.
Locorotondo nasce per la volontà di Goffredo I, conte di Conversano, che intorno al 1100 volle aggregare alla Badia di Santo Stefano di Monopoli alcune chiese e parecchi casali, tra cui quello di San Giorgio. Sulle remote origini di questa cittadina due studiosi locali, Padre Serafino Tamborrini di Ostuni (1784 - 1869) e il medico locorotondese Angelo Convertini (1771 - 1831), ci hanno tramandato delle ricostruzioni storiche troppo spesso condite di mitologia. 
Entrambi fanno risalire la fondazione parecchi secoli prima di Cristo, ad opera di una colonia di greci Locresi. Il primo, basandosi sulla corrispondenza tra le parole Locorotondo e Locros-Tonos, ovvero forti locresi, afferma che un gruppo di questi, reduci dalla guerra di Troia, si sia qui stabilito dopo essere approdato sulle coste pugliesi a causa di un naufragio. L'altro chiama in causa Periandro Locrese fondatore appunto della città di Locreuse, ossia Locorotondo.

Stampa Stampa | Mappa del sito
Altosalento.com © 2014-2017